Chi sono

La mia foto

Donna, moglie, mamma e mille altre cose. Faccio di tutto, dal giocare ai videogames a knittare compulsivamente....

giovedì 1 marzo 2012

01 marzo 2012 - I Buddenbrook

...Non ci credo, l'ho finito!! Dopo essermelo trascinato dietro per più di un mese, addormentandomi ogni 3/4 pagine dalla noia, oggi, presa da un raptus, ne ho concluso la lettura qui in ufficio.

Ci ho messo un pochino in più del solito perché ho stoppato, nel w-e precedente, leggendomi "Un giorno questo dolore ti sarà utile": carino ma niente di che, mi sembrava la versione moderna del Giovane Holden.

684 pagine di noia. Se ho finito questa palla al piede della famiglia Buddenbrook, un Disturbo dell'Alimentazione non è niente contro cui lottare!!

...Adesso però, mi si pone il problema della scelta del libro successivo. I candidati sono:
  • "L'educazione delle fanciulle", Franca Valeri e Luciana Littizzetto: non è che mi attiri tantissimo, l'ho chiesto in biblioteca perché lo voleva leggere mia madre, e non dev restituirlo prima di metà marzo. Ho ancora un po' di tempo.
  • "Il colore viola": sempre della biblioteca, fa parte di quelle letture che "Non puoi non averlo letto!" dice Me Stessa a Me Stessa, in quanto tra le mie conoscenze, di gente che legge ce n'è poca. 
  • "Il Giuoco delle Perle di Vetro": un mattone allucinante che inizio ogni santo anno, ed ogni volta mollo il colpo... direi che dopo i Buddenbrook, posso prendermi un po' di pausa.
  • "Il Pendolo di Focault": io lovvo questo libro di Umberto Eco, sarebbe la 5° volta che lo prenderei in mano... va bè, teniamolo da conto.
Al momento non mi vengono in mente altri titoli, ma sono sicura che tornando a casa e ravanando nella mia vasta libreria qualcosa troverò... Di solito, e non me ne vergogno, tendo a riprendere in mano libri che ho già letto e riletto: non lo faccio per mancanza di fantasia, ma semplicemente perch mi piace avere per le mani vecchi amici, personaggi di cui conosco le sfaccettature e che ho già amato.
I generi sono fra i più vari: romanzi storici ("I pilastri della Terra"), Fantasy (la saga di Darkover, Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco), quelli epici ("Cent'anni di Solitudine")... ecco, adesso che ci penso avrei ancora i due volumi I Meridiani con le opere di Garcia Marquez... quasi quasi...