Chi sono

La mia foto

Donna, moglie, mamma e mille altre cose. Faccio di tutto, dal giocare ai videogames a knittare compulsivamente....

giovedì 21 aprile 2016

mi hanno scritto in tanti, questi giorni. Le persone più inaspettate. E mi avete scaldato il cuore.
Ma sono ancora a livelli estremamente alti di codardia e misoginia.
Ho provato per circa 30 minuti a tornare ad essere la stessa voce che ero una settimana fa.
Al primo screzio ho esclamato "NO!"
Al secondo sono scappata a gambe levate senza respiro.

Sono apatica, terrorizzata e stanca.

Sto qui ancora un po', anche se - se potessi - scavarei una buca all'interno di me stessa e mi ci nasconderei ancora più profondamente.

Nel frattempo medito.

Tornare in terapia? Vuoi realmente fare marcia indietro?
Sei pronta a guardarti allo specchio e non vedere più zigomi che tendono la pelle, costole e anche che premono?
Non lo so.
E finché non lo saprò sto qui. Almeno non vedo.