Chi sono

La mia foto

Donna, moglie, mamma e mille altre cose. Faccio di tutto, dal giocare ai videogames a knittare compulsivamente....

martedì 29 marzo 2011

Chi non muore scrive!

Rieccomi dopo ben quasi 3 (sic!) mesi di assenza. Non sono morta, il mio corpo non è stato trovato in cucina sbranato da cani alsaziani. Sono solo stata molto presa da... niente. Il nulla assoluto.
Da Natale, più o meno, sono entrata in un limbo fatto di casa, ufficio, cucina, da cui sto uscendo a malapena, sgomitando a destra e a manca. Avevo anche smesso di lavorare a maglia, cosa che mi dispiaceva moltissimo in quanto non volevo rientrasse in quella matassa di progetti che comincio a tavoletta, andando a 100 km/h, per poi fingere di essere presa da altro e nascondere tutto nell'armadio delle cose dimenticate.
Così, a poco a poco, ho cercato di tirare fuori me stessa (cosa non molto facile).
Innanzi tutto ho voluto ricominciare un progetto a maglia (il famoso Soffice di Mirella Lilli, ribattezzato Revenge Shawl in quanto mia zia diceva che lo scialle è da nonna, ed io non ci sto!), quindi ho ricontattato Nadia per ricomicniare a fare teatro.
E qui la prima figuraccia, perché dopo 3 giorni avevo già cambiato idea: mi era passata la voglia di tornare tardi a casa la sera, di passare ore e ore a provare, di imparare a memoria parole su parole, di rubare tempo alla casa e alla famiglia... inzomma, marcia indietro e ci risentiamo a settembre.
Ma potevo mollare il colpo? Assolutamente no, dunque lasciati convincere da Eugenio a tornare a fare Kung-fu, in modo da fare compagna a sua moglie.
E qui, signore e signori, pazze risate!!
Alla domanda "Da quanto non fai sport?" è seguita la risposta "In che anno siamo?", da qui sono stata classificata Cintura Schiappa. Un ora e mezza di allenamento mi  è costata UNA SETTIMANA E MEZZA di recupero...
M ieri ci sono tornata, per la disperazione di tutto il gruppo e della poveraccia che per mezz'ora si è allenata con me. Ho perso il conto di quante volte ho detti parolacce tra i denti, ho inghiottito le lacrime ed ho deciso per l'iscrizione.
Affronto regolarmente cose ben peggiori, prima fra tutte me stessa, non posso aver paura di una cosa del genere, fatta apposta per imparare. Detto sinceramente, a me piacerebbe saper fare tutto, subito e bene, ma naturalmente nessuno nasce imparato e mi devo adeguare.
Ohhh, finalmente mi sono sfogato, mi sento più pulita dentro - bella fuori no, cesso sono e cesso rimango!